Tappanaso e fluid gogglesTrygons – Jimmy Muzzone

In prova: tappanaso e fluid goggles Trygons

fluidgoggles

Dopo aver provato per un pò il fluid goggles (mascherina) e il tappanaso targati Trygons Design eccomi pronto per esporre le mie opinioni sui due prodotti.

TAPPANASO

Il materiale è diverso da quelli che oggi si trovano in commercio, infatti, questo tappanaso è in alluminio anodizzato realizzato con un tornio a controllo numerico e rifinito a mano.

Ho provato diversi tappanaso e devo dire che questo è totalmente differente dagli altri, infatti si può notare subito la sua dimensione ridotta e il sistema di chiusura molto efficente.

tappanaso

Come tutti i tappanaso ha un laccio con sistema di regolazione della misura circonferenza collo collegato al tappanaso. Il sistema di chiusura  è molto semplice e permette di chiudere completamente le nostre narici senza avere fuoriuscita d’aria durante la compensazione, mi permetto di ripetere che le dimensioni sono veramente ridotte e il sistema di chiusura e apertura del tappanaso sono veramente semplici.

Come si può vedere dalle foto, le due parti che appoggiano sulle narici sono munite di due gomme che servono per proteggere il naso, la forma non è casuale ma determina il lato di posizionamento.

noseclip

Che dire, un prodotto veramente innovativo e duratuto nel tempo e che non ha bisogno di nessun tipo di manutenzione.

L’accoppiata perfetta per questo accessorio è il FluidGoggles, una particolare mascherina per l’apnea realizzata sempre dall’azienda greca, già sponsor di Herbert Nitsch.

FLUID GOGGLES

La mascherina devo dire che è veramente ben progettata per l’apnea, infatti si riesce a scendere in profondità senza dover compensare la maschera come si fa di solito.

fluid-goggles-trygons

Per utilizzare una mascherina di questo tipo non è sufficiente provarne una a caso “magari da amici”, perché per averla dovrete seguire le indicazioni che trovate sul sito Trygons: posizionare un metro rigido all’altezza degli occhi e scattare una foto, in questo modo Trygons potrà rilevare la giusta posizione per applicare le lenti e realizzare su misura il fluid goggles.

Vorrei ricordare che questa mascherina è stata costruita proprio per un record mondiale di apnea per l’esattezza per il grande Herbert Nitsch nel suo record no limits.

record-nitsch

La prima volta che ho indossato la mascherina, da subito mi sono accorto che c’è uno spazio libero fra maschera e lente, spazio che permette di vedere sott’acqua senza l’utilizzo di maschere o altro.

Dopo aver fatto diversi tuffi insieme con alcuni miei assistenti, abbiamo provato a fare alcune prove; recupero dal fondo di alcuni oggetti a profondità che si aggirano tra i -20 ai -30 metri e devo dire che la visibilità non è ottima come con una normale maschera.

discesa-cavo

Tengo a precisare che la fluid goggles è strettamente personale e, se prestassi la mia mascherina ad un’altra persona non sarebbe in grado di vedere altrettanto bene come vedo io.

Le lenti sono in policarbonato e sono molto robuste, riescono a proteggere gli occhi dalle variazioni di temperatura e in questo modo si riesce a scendere in profondita’ senza accorgesi di niente.

Durante i miei tuffi in mare in apnea in assetto costante mi sono accorto della semplicità di discesa senza dover compensare la maschera… quasi non mi sembrava vero…

Infatti oggi durante i record si utilizzano lenti ad alto numero di diottrie oppure occhialini allagati per evitare la compensazione della maschera.

La manutenzione dei FluidGoggles è molto limitata, basta sciacquare con acqua dolce e asciugare, cercare di non esporre a lungo gli occhialini al sole o fonti di calore. Infine forse il miglior compromesso sono le Hight index fluidgoggles single lens che permettono grazie alla versatilità del sistema di elaborazione delle immagini del nostro cervello di vedere sia fuori che dentro l’acqua.

fluid-goggles

In pratica il cervello percepisce di volta in volta qual è l’occhio che mette a fuoco e lo favorisce nell’elaborare l’immagine finale.

Consiglio vivamente questi accessori a tutti gli appassionati dell’apnea. Potete trovare maggiori info sul sito del produttore a questo indirizzo: www.trygons.com

A cura di: Jimmy Muzzone